12 maggio, giorno dei santi montenegrini Basilio e Leopoldo

I credenti ortodossi celebrano San Basilio di Ostrog al quale sono particolarmente devoti, sia in Montenegro che in resto della regione tra i membri degli ortodossi ma anche da altre religioni. San Basilio, o come è chiamato in Montenegro Sveti Vasilije, visse nel XVII secolo, nacque in Erzegovina nel 1610, il suo nome secolare era Stojan Jovanović. Fu riconosciuto santo dai Montenegrini ed il suo culto santo fu presente tra i Montenegrini per un paio di secoli, in seguito i Serbi ed altri ortodossi lo adottarono come santo.

San Leopoldo (Bogdan Mandić) della sua nativa Herceg Novi provocò la divisione dei cristiani in cattolici romani e ortodossi. Quella ferita lo ha bruciato e lui si sacrificò affinché quella ferita fosse guarita. Oltre all'amore per la sua patria Montenegro e per le Bocche di Cattaro, nutriva l'amore per tutti i popoli slavi e per la sua nuova patria, l'Italia, e la sua gente. Una delle sue più grandi missioni era di costruire e fortificare i ponti tra popoli e nazioni ed è stato un precursore dell'idea di un'Europa unita. Le sue reliquie a Padova sono motivo di pellegrinaggi di milioni di credenti da tutto il mondo.

É grande il Montenegro!

Podijeli:

Related posts

Leave a Comment